Può essere iscritto al Registro dei riproduttori selezionati ogni soggetto iscritto al ROI che in manifestazioni ufficiali ENCI, valutato da un esperto giudice specialista di razza, presenti i seguenti requisiti:

Il Riproduttore Selezionato deve essere controllato per le patologie ereditarie più significative per ciascuna razza, secondo quanto proposto dalle rispettive associazioni specializzate di razza ed approvato dalla Commissione Tecnica Centrale dell’ ENCI (CTC).

Le associazioni specializzate di razza come il CPMA (Circolo del Pastore Maremmano Abruzzese) propongono all’ approvazione della CTC obiettivi e criteri di selezione nonché i requisiti per l’ammissione alla riproduzione naturale o alla inseminazione artificiale.

Con il Cane da pastore Maremmano Abruzzese si accede alla riproduzione selezionata utilizzando riproduttori che siano innanzitutto iscritti nel registro ROI. Come ben saprete, la nostra razza ha i registri aperti ( ovvero si possono riconoscere come capostipiti cani con genealogia non conosciuta) perchè la popolazione “rustica” senza documenti genealogici ancora al lavoro con le pecore è significativa ed è un bene prezioso per la selezione rappresentando un importante bacino di variabilità genetica.

Il cane, figlio di un genitore Non Noto (NN), che ottiene il riconoscimento di razza, viene iscritto nel RSR (Registro Supplementare Riconosciuti). Nello stesso registro verranno iscritti i figli ed i nipoti. Solo dalla generazione successiva (dalla quarta generazione) i cuccioli saranno automaticamente iscritti al ROI ( Registro Origini Italiano) e avranno la possibilità di diventare riproduttori selezionati solo se otterranno la qualifica di ECCELLENTE (maschi) o MOLTO BUONO (femmine) in expo speciale o raduno di razza .

Va da sè che l’auspicabile utilizzo di cani “pastorali” nella selezione cinofila non produrrà stirpe certificata da riproduttori selezionati. Sarà quindi compito dell’allevatore cosciente e sapiente saper ben miscelare le linee di sangue al fine di ottenere una buona percentuale di cani sani,”utili” e belli.

Altra condizione necessaria per l’ottenimento della qualifica di “Riproduttore Selezionato” è il superamento del Test Morfo Caratteriale.

Il Test Morfo-Caratteriale (TMC) è un Test organizzato dalla società specializzata e garantisce che il soggetto che supera il test:

  • sia esente da displasia dell’anca e del gomito (malattia ereditaria considerata significativa per questa razza). Infatti sono ammessi al TMC solo cani con grado di displasia dell’anca A o B e del gomito 0 (zero) o 1.
  • abbia superato la prova caratteriale. La prova caratteriale si svolge tramite test studiati per verificare l’assenza di squilibri, paure o cattivo rapporto con l’uomo che potrebbero precludere il lavoro o semplicemente la convivenza in ambiente antropizzato. I test sono condotti da un giudice di prove di lavoro designato dal Consiglio Direttivo del CPMA. Ricordiamo che il lavoro in ambiente fortemente antropizzato è tipico della nostra razza e la distingue da altri cani da guardiania nati e selezionati in ambienti di lavoro estesi semi-desertici .
  • sia stato giudicato conforme allo standard dopo misurazioni cinognostiche e pesatura, da un Esperto Giudice specialista di razza.
  • abbia depositato, presso un centro autorizzato ENCI, il campione biologico utile per rintracciare successivamente la progenie dando la possibilità di verificare la veridicità del certificato di iscrizione (pedigree).

I pedigree dei cuccioli nati dall’ accoppiamento di genitori entrambi certificati come RIPRODUTTORI SELEZIONATI, avranno la particolare ed unica colorazione ROSA per distinguerli dal pedigree ROI (di colore marrone) e dal pedigree RSR (di colore verde)

PEDIGREE RIPRODUZIONE SELEZIONATA
PEDIGREE RIPRODUZIONE SELEZIONATA
PEDIGREE ROI
PEDIGREE RSR