Il nome del nostro allevamento “Del Velino-Sirente”, lo si deve al fatto che nasce in un paese, Santa Jona di Ovindoli, nel cuore del parco naturale regionale del Sirente-Velino.
Santa Jona è una frazione di uno (Ovindoli), dei 22 comuni il cui territorio ricade più o meno interamente nei 59 186 ettari del parco. Il parco del Sirente-Velino ha un importanza rilevante sia per quanto riguarda l’aspetto storico, architettonico e archeologico e sia per i singolari ambienti naturali, i suggestivi scenari appenninici e le rare presenze faunistiche e floristiche.
Il monte Velino (2 486 m) e il monte Sirente (2 348 m) offrono una cornice incantevole a chi da S. Jona si sofferma a guardare le nostre montagne.

Come dicevamo la fauna in queste zone è ricchissima e si registrano varie presenze quali il Capriolo, Cervo, Cinghiale, Gatto selvatico,Istrice, Lupo Appenninico, Orso Bruno Marsicano, Volpe;

Aquila Reale (solo nell’altopiano delle Rocche nidificano ben 4 coppie, una delle più alte concentrazioni d’Italia), Corvo Imperiale, Fringuello Alpino, Ghebbio, Grifone, Gufo Reale, Nibbio Bruno, Picchio Verde, Poiana, Sparviero; Salamandra Pezzata, Tritone, Ramarro, Vipera Comune, Vipera dell’Orsini. Non è raro, passeggiando tra i nostri monti, effettuare qualche avvistamento di questi animali di cui troppo spesso si sa poco o niente. Anche la flora è molto ricca ed abbiamo presenze che vanno dal Ginepro al Narciso, al Tiglio, alla Stella Alpina Appenninica, alla Betulla, al Faggio, alla Genziana ecc.

Ci tenevamo a dare, anche in modo sommario, alcune informazioni sul nostro territorio e sul parco perché la salvaguardia di questo ambiente, a nostro avviso, ha avuto un importanza fondamentale anche nello sviluppo e nella conservazione del cane da Pastore Maremmano-Abruzzese che troppo a lungo è stato selezionato senza tener conto delle cognizioni storico-culturali, nonché funzionali per le quali il P.M.A.è nato ed è stato allevato nel corso dei secoli:
Il grande difensore bianco, il PASTORE.