ll Test Morfologico-caratteriale (nel prosieguo definito semplicemente T.M.C.) consiste in una valutazione del tipo, della conformazione generale, nonché in un giudizio sulle qualità caratteriali del soggetto esaminato al fine di raccomandarne o meno l’utilizzo in allevamento per il miglioramento e la promozione della razza.
Il superamento del T.M.C. è indispensabile per l’ottenimento dei titoli di Campione Italiano e di Campione sociale, nonché per l’ accesso alla Riproduzione Selezionata ENCI
Gli allevatori e gli amatori del cane da pastore Maremmano-Abruzzese devono considerare il T.M.C. come il migliore strumento zootecnico per la valorizzazione della Razza, volto a favorirne un indirizzo il più possibile unitario in allevamento.
La prova si basa pertanto su un severo giudizio sia della morfologia che del carattere del cane, nello specifico sono previsti i seguenti step:

ESAME CARATTERIALE

Esso è diretto a valutare la componente naturale inerente alle qualità psico-fisiche del P.M.A.. Vanno sempre esclusi tutti i soggetti timidi o paurosi o aggressivi immotivatamente ponendo molta attenzione nella ricerca dell’equilibrio caratteriale del cane. Il Giudice di lavoro effettuerà i seguenti controlli per valutare il carattere del cane:
A) CONTATTO CON PERSONE ESTRANEE
La coppia conduttore-cane entra nel ring, è accolta dal Giudice che parlerà con il conduttore e gli stringerà la mano. Successivamente con l’ausilio dell’Assistente il Giudice identificherà il cane (controllo del tatuaggio o del microchip). L’Esaminatore può toccare il cane. Successivamente la coppia dovrà passare con il guinzaglio tenuto lento (non in tiro) in mezzo ad un gruppo di 6 persone (una prima volta ferme ed una seconda volta in movimento) che parlano tranquillamente, stringono la mano al conduttore ed infine si chiudono a cerchio, non stretto, intorno a conduttore e cane. L’esaminatore giudicherà il comportamento del cane che non dovrà dare alcun segno di aggressività o di paura.
B) SOLLECITAZIONE VISIVA
Il conduttore con il cane a guinzaglio lento esce dal gruppo e si avvia verso un punto identificato da un paletto distante circa 20 m. Durante questo percorso i due dovranno affrontare un passaggio lungo il quale saranno appese ad una altezza di 1,5 m. da terra fasce di plastica lunghe 50 cm.. L’Esaminatore valuterà il comportamento del cane che potrà avere anche una moderata reazione di smarrimento, purché rapidamente superata. Non dovrà in ogni caso manifestare segni evidenti di paura.
C) SOLLECITAZIONE ACUSTICA
Conduttore e cane tenuto al guinzaglio lento eseguono su indicazione dell’Esaminatore un breve percorso; ad una distanza di circa 20 metri verrà effettuato uno sparo con una pistola a salve cal.6 mm.Il Giudice valuterà attentamente il comportamento del cane che dovrà avere una reazione che dimostri sufficiente equilibrio. Il cane potrà avere una moderata reazione, anche di smarrimento, purché rapidamente superata.
Per ognuna delle tre prove sopra specificate il Giudice esprime la propria valutazione (superato – non superato) sulla scheda del T.M.C., sulla quale potrà esprimere note accessorie. Il cane che risulta avere superato tutte e tre le prove caratteriali è ammesso all’esame morfologico.

ESAME MORFOLOGICO

L’esame morfologico consiste in un esame approfondito della morfologia del soggetto (impressione generale, salute, sviluppo, condizioni fisiche ecc.).
Nell’esame morfologico dovranno essere sempre tenute in grande considerazione le caratteristiche morfologiche che caratterizzano il tipo e la seguente premessa:
Il Pastore Maremmano-Abruzzese è un pesante mesomorfo di notevole mole, di aspetto rustico e maestoso, con forte ossatura e dimorfismo sessuale evidente. Il pelo è abbondante di tessitura semivitrea, diritto o appena ondulato.

 

REQUISITI E DOCUMENTI ESSENZIALI PER L’AMMISSIONE AL T.M.C.

Ogni soggetto per poter partecipare alla prova deve essere in possesso dei seguenti requisiti e presentare i seguenti documenti:

  • certificato di iscrizione (pedigree) ad uno del Libri (Registri) Genealogici sopra specificati, in originale;
  • Libretto delle qualifiche;
  • Aver compiuto 20 (venti) mesi alla data del Test;
  • Timbro sul pedigree attestante l’avvenuto esame RX delle anche da parte di una delle Centrali di Lettura riconosciute dall’ENCI effettuato dopo il 18° mese di età e riportante una delle seguenti diagnosi: A (ex 0),B (ex 1) ed esame radiografico della displasia del gomito con esito 0 od 1
  • compilazione della carta dentaria introdotta dal Consiglio Direttivo ENCI dal 1 Febbario 2013